Le Isole Canarie saranno praticamente all’oscuro dalle 22:00 di stasera per contribuire al risparmio energetico imposto dal governo spagnolo. Questa misura cercherà di alleviare la carenza di elettricità e gas che la maggior parte dei paesi sta soffrendo a causa della guerra russa in Ucraina.

Così, da oggi vedremo come gli edifici pubblici saranno con le luci spente sulle loro facciate come le vetrine dei negozi.

Il consiglio comunale di Santa Cruz de Tenerife ha riferito che, in vista del regio decreto-legge 14/2022, del 1 agosto, sulle misure di sostenibilità economica “le temperature di riscaldamento e raffreddamento dovranno essere limitate, rispettivamente a 19 e 27 ºC” e che “l’illuminazione esterna degli edifici pubblici dovrà essere spenta a partire dalle ore 22, nel caso in cui non siano occupati (articolo 29, quarto comma, della norma)”.

Anche il Comune di Las Palmas de Gran Canaria spegnerà a partire dalle 22:00 della notte di questo mercoledì 10 agosto, l’illuminazione esterna e interna degli edifici comunali non occupati per adattarsi al Regio decreto legge del governo centrale in materia di risparmio energetico e misure di gestione.

Verrà inoltre lanciata una circolare a tutto il personale affinché gli uffici climatizzati mantengano una temperatura di 27 gradi Celsius, come riportato dal Consiglio comunale in un comunicato. A tal proposito, l’Assessore ai Servizi Pubblici, Inmaculada Medina, ha indicato che con questi provvedimenti il ​​Consiglio Comunale “continua a dimostrare il suo fermo impegno nella lotta al cambiamento climatico con azioni impegnate alla sostenibilità e all’ambiente, oltre a contribuire all’energia risparmio”.

Anche il Cabildo de Tenerife ha dato questo mercoledì l’ordine di disattivare l’illuminazione della facciata dalle 22:00 e ha chiesto a tutte le sue organizzazioni dipendenti di spegnere le luci e i sistemi di climatizzazione nel momento in cui non necessita il loro funzionamento.

Queste regole fanno parte delle decisioni che la società insulare ha adottato per conformarsi alle misure di risparmio energetico.

Tra gli altri interventi, il Cabildo ha riprogrammato la temperatura in quegli edifici in cui è presente un sistema di controllo centralizzato ed è stato dato l’ordine di disattivare l’illuminazione delle facciate dalle ore 22:00.

Inoltre, dal servizio amministrativo delle Finanze e del Patrimonio, dipendente dalla Direzione Insulare delle Finanze, verrà inviata una mail a tutto il personale Cabildo e ai dirigenti degli enti dipendenti, richiamando i provvedimenti approvati, che sono obbligatori.

Allo stesso modo, l’azienda ha chiesto la collaborazione di tutti per fare un uso ragionevole ed efficiente dell’energia e spegnere le luci e gli impianti di refrigerazione quando non sono più necessari.