Il consiglio di amministrazione del Comune di santa Cruz di Tenerife dovrebbe approvare oggi, lunedì 13 giugno, il progetto per la creazione di un nuovo parcheggio sulla spiaggia del Las Teresitas . Il progetto riguarda la ristrutturazione del luogo dove erano collocati il fabbricato incompiuto di parcheggi e locali commerciali Las Teresitas, detto tomo, demolito nel 2017 con ordinanza del tribunale.

La notizia e’ stata data  dall’assessore responsabile per l’Area dei Servizi Pubblici, Carlos Tarife , del PP. Si prevede  la trasformazione del suddetto terreno in un parcheggio provvisorio, realizzando una pavimentazione e l’installazione dell’illuminazione, a partire da novembre. L’esecuzione del progetto comporterà un investimento comunale di circa 360.000 euro ed il termine dei lavori deve essere entro due mesi dall’inizio. “La nostra intenzione è che la spiaggia di Las Teresitas abbia un nuovo parcheggio entro la fine di quest’anno”, afferma.

Il nuovo parcheggio occuperà una superficie di 7.230 mq. Avrà 259 posti auto per veicoli leggeri; 29 per motocicli e ciclomotori; sette per le PRM (persone a mobilità ridotta); e un posto riservato ai servizi di emergenza e alla Polizia Locale. Avrà anche quattro moduli a sei posti per biciclette. Per la recinzione del sito sarà utilizzata una recinzione metallica di due metri.

Inoltre i lavori comprenderanno l’installazione di 35 punti luce solari autonomi, per dotare di illuminazione il nuovo parcheggio della spiaggia di Las Teresitas. L’accesso sara’ uno solo, con traffico bidirezionale.

Il Consiglio Comunale della Capitale aveva messo in conto che il nuovo parcheggio di Las Teresitas  fosse usufruibile dall’anno scorso, ma l’Assessorato all’Urbanistica ha sollecitato i Servizi Pubblici a richiedere numerose segnalazioni, che, in aggiunta e come è logico, dovrebbero essere favorevoli.

Per concludere oggi è atteso il parere favorevole della Giunta territoriale del Consiglio di Amministrazione al progetto, in quanto già in possesso di tutte le necessarie segnalazioni favorevoli, che consentiranno a breve l’appalto per l’esecuzione dei lavori.

Dall’area Patrimonio del Concistoro è stato accertato che il terreno è iscritto al Catasto dei Beni a nome del Comune. Il Servizio Costiero Provinciale ha stabilito che l’esecuzione delle “opere, poste tra le pietre miliari M-336 e M-340, non sono interessate dal demanio marittimo-terrestre o dalle sue servitù”.

Anche l’area del Patrimonio Storico del Cabildo de Tenerife ha stilato una relazione positiva sul progetto di riqualificazione del territorio affinche’ si trasformi in un parcheggio provvisorio. Allo stesso modo, l’Insular Water Council ha riferito che i lavori progettati non interessano il demanio idraulico pubblico o l’area servitù di cinque metri sulla riva sinistra della canalizzazione del burrone Cercado-Las Huertas.

Necessara e’ stata anche la verifica che la pianificazione comunale vigente dopo l’annullamento del Piano Regolatore Generale (PGO) del 2013, ovvero l’adeguamento di base del 2005 del PGO del 1992, consentisse l’uso provvisorio della sosta su detto terreno. “Che uno spazio sia destinato all’interno della spiaggia per svolgere una funzione di miglioramento dell’offerta di parcheggi nell’area, e che possano essere revocati dall’amministrazione in qualsiasi momento, non distorce l’uso globale caratteristico dell’area (spazio libero per il pubblico) e, quindi, non ostacola né scoraggia la futura pianificazione urbanistica.”