Gli agenti della Polizia nazionale hanno arrestato un uomo di 37 anni, già conosciuto dalle forze dell’ordine, presunto autore di sette reati di rapina con la forza commessi in soli due mesi in camere d’albergo e appartamenti nei comuni di Adeje e Arona, in Los Cristianos.

Gli investigatori della Polizia Nazionale hanno ricevuto diverse denunce che presentavano somiglianze in termini di descrizione fisica del ladro e del suo modus operandi .

All’alba, il giovane e magro ladro, vestito con abbigliamento sportivo entrava arrampicandosi, saltando pareti o attraverso le finestre, all’interno di camere d’albergo e appartamenti per rubare gli effetti personali dei turisti che vi riposavano. In alcune occasioni è stato sorpreso, ma in altre è fuggito senza che le vittime della rapina se ne accorgessero.

L’obiettivo del wall-crawler era denaro contante, gioielli, accessori di moda o dispositivi tecnologici. In totale, sembra sia riuscito a sottrarre beni per oltre 10.500 euro.

Gli inquirenti della Polizia Nazionale, attraverso molteplici passaggi investigativi, sono riusciti ad identificare il presunto autore delle rapine e giorni fa sono riusciti ad arrestarlo mentre fuggiva, saltando di balcone in balcone, da un albergo della cittadina di Adeje dove aveva appena commesso un’altra rapina in una stanza.

Al momento del suo arresto sono stati sequestrati effetti per un valore superiore ai 1.000 euro.

Il detenuto, dopo essere stato ascoltato in una dichiarazione in questura, è stato assicurato alla giustizia per il suo ricovero in custodia cautelare.

Le azioni sono state condotte da agenti di polizia nazionali della stazione di polizia nazionale di Tenerife Sud.