Anche se è difficile da credere, sono passati quasi 3 anni dal primo caso di  Covid-19  in Spagna, momento in cui le  terrazze  erano oggetto di conversazione. Questa volta sono di nuovo ma per un tema completamente diverso:  il limite di tempo  per godersi il drink. Sono arrivate le terrazze temporizzate.

Barcellona,  ​​la prima città a fissare un limite  di tempo sulle terrazze a tempo, questa volta ci sono  30 minuti  per bere una bibita, birra o qualsiasi altra bevanda; e per mangiare il tempo si estende a  un’ora .

Oltre alla tipologia di consumo vengono presi in considerazione anche aspetti come il  numero dei commensali . In alcuni casi l’accesso alle terrazze non è consentito  se non si è accompagnati  e in molti  posti non consentono l’accesso alle coppie,  solo a gruppi di tre o più. 

Anche Bilbao  ha fatto eco a questa nuov tendenza. Un locale in città ha limitato il tempo a tavola  a seconda del tipo di consumo . Lo si può notare su  un cartello esposto all’esterno dei locali : per un caffè si ha il diritto di sedersi per  15  minuti mentre una birra permette di sedersi per  25 , un drink  per 35  minuti e un panino  per 40  minuti.

A lungo termine, le terrazze potrebbero diventare un  privilegio per pochi , un modo convincente per perdere l’attrazione  delle famose tapas al sole.