Nel 2002 Binter Canarias, che era già una società privata perché il suo proprietario, Iberia LAE, aveva una flotta di dodici aerei ATR con un’età media di 8,5 anni.

L’anno precedente aveva effettuato 46.945 voli e trasportato 2.200.000 passeggeri. Le sue operazioni erano limitate all’arcipelago delle Canarie e alcuni voli per Madeira. Pur avendo un proprio marchio, tutta la gestione commerciale dell’unica compagnia aerea dedicata al collegamento aereo delle isole veniva effettuata da Iberia, così come il servizio di handling.

In queste circostanze, un gruppo di investitori delle Canarie ha deciso di scommettere sull’acquisizione della compagnia aerea dal gruppo aereo e dandole un nuovo focus, incentrato sul servizio passeggeri e garantendo la connettività così necessaria per le Isole Canarie.

Vent’anni dopo, la realtà di Binter è molto diversa. Il Sistema Binter è composto da quindici aziende che, operando sotto l’egida del marchio Binter, coprono l’intera catena del valore del trasporto aereo, dal marketing e servizio clienti, alla manutenzione degli aeromobili o alla produzione e progettazione di componenti aeronautici, dalle operazioni di volo, alle attività aeroportuali, passando per i servizi amministrativi, l’attenzione diretta ai passeggeri e l’istruzione, formazione e qualificazione delle persone.

Ora la compagnia aerea delle Canarie opera con ventiquattro aerei ATR all’avanguardia e cinque jet Embraer E195-E2, con i quali effettua 75.272 voli, 67.004 dei quali tra le isole. Vola verso 32 destinazioni al di fuori dell’arcipelago delle Canarie, di cui tredici nazionali, dieci africane e nove europee.  Opera negli otto aeroporti delle Isole Canarie, con due basi principali a Gran Canaria e Tenerife Nord e aeromobili con base a Tenerife Sud, Lanzarote, Fuerteventura e La Palma.

Tutto questo è possibile grazie agli oltre 1.700 lavoratori che ogni giorno svolgono i propri compiti con l’obiettivo che i passeggeri ricevano il miglior servizio possibile.

Binter festeggia vent’anni, soddisfatta dei traguardi raggiunti e con la stessa ambizione di continuare a migliorarsi come all’inizio.

L’azienda continua con la testa e il cuore nell’abbattere la barriera fisica che separa le isole, offrendo più voli, più posti, orari migliori, aerei migliori e maggiore puntualità e regolarità.

Il 17 aprile Binter ha battuto il record di passeggeri trasportati in un solo giorno e il 13 luglio ha superato i 75 milioni di passeggeri trasportati.

La compagnia aerea affronta le sfide associate alla sostenibilità migliorando pratiche e procedure e investendo in asset il cui funzionamento genera un’impronta ambientale minore, al fine di crescere in modo sostenibile.

Inoltre, investe nella formazione, non solo per le persone che compongono Binter, ma anche lanciando iniziative che consentono ai giovani delle Isole Canarie di qualificarsi nelle professioni richieste dal settore del trasporto aereo.

Per quanto riguarda i suoi progetti futuri, il suo desiderio è quello di continuare ad espandersi, raggiungendo nuove destinazioni nazionali, europee e africane, per collegare meglio le Isole Canarie con il mondo esterno, soddisfacendo al contempo le esigenze del mercato interinsulare, ampliando voli, rotte, orari e servizi.

E, ultimo e più importante, continua ad aprire ogni giorno gli aeroporti delle isole con la testa e il cuore puntati a compiere la sua missione, essere la compagnia aerea delle Isole Canarie, la compagnia aerea di tutte le Isole Canarie .