La compagnia Canarian Airways, presentata nel febbraio 2021 per operare voli tra le isole e la penisola su iniziativa di uomini d’affari alberghieri, ha cessato la sua attività per ridisegnare la propria strategia di mercato.

Questa la notizia rilanciata dai quotidiani questo mercoledì, e confermata dal ​​presidente del Cabildo de Tenerife, Pedro Martín, un’istituzione che aveva pianificato di contribuire con 700.000 euro all’azienda per aiutarne il lancio.

Il presidente di Tenerife ha infatti commentato che Canarie Airways lo ha portato a conoscenza del progetto di riformulare la strategia commerciale con l’acquisizione di altri aeromobili con un relativo nuovo studio di fattibilità economica dell’iniziativa.

Ha commentato che è “un’idea interessante” operare nel mercato nazionale e contribuire ad abbassare i prezzi “alti” dei voli grazie all’accresciuta concorrenza, ma ha anche sì precisato che finora il Cabildo non ha contribuito neppure con “un solo euro”.

“Stiamo aspettando di studiare tutte le informazioni che ci garantiscono di poter intraprendere questa avventura con tutte le garanzie”, ha aggiunto.

Allo stesso modo, ha indicato che il processo di incorporazione della Cabildo nella società “è lungo” poiché deve attraversare fino a tre diverse sessioni plenarie. “Non siamo ancora in quel momento e continuiamo ad aspettare”, ha commentato il presidente del Cabildo de Tenerife, Pedro Martín