Le quattro grandi città delle Canarie non dovranno applicare il confinamento del loro comune, contemplato nelle restrizioni del Ministero della Salute, essendo molto lontane dalla soglia dei 500 casi di coronavirus accumulati negli ultimi 14 giorni per 100 mila abitanti.

Questa restrizione viene applicata solo alle città con più di 100.000 abitanti. Inoltre a far scattare il provvedimento intervengono anche altri due criteri: che il tasso di positività nei test diagnostici effettuati in quel comune nelle ultime due settimane sia superiore al 10%, e che il livello di occupazione dei letti in terapia intensiva della loro comunità autonoma in cui risiedono superi il 35%.

Le uniche quattro città delle Isole Canarie che superano i 100.000 abitanti – Las Palmas de Gran Canaria, Santa Cruz de Tenerife, San Cristóbal de La Laguna (Tenerife) e Telde (Gran Canaria), fortunatamente per ora sono al di sotto dei 250 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni.

Secondo le informazioni pubblicate quotidianamente dal Ministero della Salute del Governo delle Isole Canarie  Las Palmas de Gran Canaria presenta un indice di 244,52 per 100.000 abitanti, seguita da Santa Cruz de Tenerife con un indice di 205,49 . Al terzo posto c’è San Cristóbal de La Laguna, con un indice di 148,57 e fanalino di coda Telde con un indice di 32,15 per 100 mila abitanti.