Mezzogiorno. Quando gran parte degli amanti del Carnevale non si era ancora ripresa dall’affollata notte precedente, i tamburi riprendono a suonare di nuovo a Santa Cruz per annunciare che la festa stava continuando. Comparsas e altri gruppi che riprendono a sfilare per le vie della città al ritmo delle batucadas accompagnati da migliaia di persone che si affollavano da entrambi i lati per poi unirsi alla sfilata improvvisata. Successivamente, la troupe che ha vinto il primo premio di recitazione si è esibita e ha dato il via ai balli, in cui c’erano sempre più persone che uscivano dalle loro case.

Il Day Carnival è la festa delle famiglie, dei bambini e dei genitori, e le strade di Santa Cruz ancora una volta li hanno accolti a braccia aperte dopo due anni di pausa. I carri, i chioschi e i palchi hanno offerto ancora una volta musica per far ballare i frequentatori del carnevale, suonando canzoni famose come Santa Cruz en Carnaval, La Vida es un Carnaval o Marejada, canzoni che fanno già parte del storia della festa come i personaggi del Carnevale, che si sono fatti vedere anche tra il pubblico per farlo ridere e fargli sentire la tradizione.

Murgueros, rondalleros, comparseros, membri di gruppi musicali e coreografici e funzionari pubblici del municipio di Santa Cruz si sono mescolati tra i partecipanti, pronti a far risplendere quello che sarà il grande giorno di questa atipica edizione estiva. La Plaza del Príncipe, la Plaza de la Candelaria e l’Avenida Francisco La Roche erano i luoghi più frequentati durante la giornata, essendo un po’ complicati entrare o uscire, ma nel resto della città, sebbene con grande affluenza, era possibile viaggiare con la normalità, consentendo spazi più tranquilli in cui riposarsi o ripararsi dal sole e dal caldo.

I partecipanti alla festa hanno potuto godersi una giornata divertente in un’atmosfera familiare ballando con la musica di Ray Castellano, El Morocho, Ariel DKB Cuba, Johnny Maquinaria, Marcelo Mellino Dj, OBS Venezuela, Maquinaria Band, Renzzo El Selector, l’Orquesta Wamampy o la Tropin Orchestra. Il caldo ha regnato per tutta la giornata, ma non è stato un problema, né lo è stato la pioggia che, nonostante sia apparsa con qualche goccia in due occasioni, non ha creato problemi. Con una temperatura media di 22 gradi, il tempo è rimasto abbastanza bello e non ha rovinato il divertimento.

Alle quattro del pomeriggio, i frequentatori di carnevale che si stavano divertendo fin dal mattino continuavano a volersi divertire mentre il tumulto continuava ad aumentare con l’incorporazione di festaioli che intendevano iniziare il Carnevale durante la giornata nel pomeriggio per poi continuare a notte. . I taxi andavano e venivano in quello che sarà il loro agosto e gli oltre cento gruppi ingaggiati dal consiglio comunale si erano sparpagliati sui palchi senza sosta.

Alle 20:00 un gran numero di persone si è radunato davanti al Teatro Guimerá per godersi un evento unico: Bambones e Diablos Locos riportano la murga in strada con uno spettacolo che passerà alla storia

Una notte che è proseguita sui tre palchi allestiti nell’anello del carnevale: Avenida Francisco La Roche, Plaza de la Candelaria e Plaza del Príncipe. A ciò si sono aggiunti i tradizionali luoghi di ritrovo come l’Orche, dove la musica è iniziata alle otto del pomeriggio, anticipando così la sua apertura a quella degli altri anni. Alle sei del mattino, la musica è stata spenta per dare alla città il tempo di riprendersi e tornare, oggi, a mezzogiorno, per godersi ancora il Carnevale.