L’incontro di ieri tra Governo e forze sindacali non ha partorito l’estensione dell’ERTE oltre il 30 settembre, accordo che sarebbe stato ratificato oggi da un Consiglio straordinario dei ministri. Da quanto è dato sapere, rimane ancora una speranza alimentata da alcune dichiarazioni rilasciate da entrambe le parti: compiuti “importanti progressi” che obbligano a proseguire i negoziati “nei prossimi giorni”.

Secondo l’UGT, il nodo riguarda i settori su cui concentrare l’ERTE e nella progettazione delle esenzioni dalle quote. “Abbiamo proposto di espandere la tutela a più aziende e lavoratori, come alberghi e attività commerciali e siamo fidusioci che si possa chiudere la vertenza martedì.

Il confronto tra le parti sociali è stato un tour de force, iniziato intorno alle 12.00, e si è protratto sino alle 20.00, che però non è stato sufficiente a risolvere i due problemi che hanno impedito di raggiungere l’accodo per continuate l’ERTE dal 1 ottobre.

Il braccio di ferro tra forze sindacali e Governo, a meno di una settimana dalla scadenza dell’ERTE, bloccata dalla definizione dei settori e dalle esenzioni aziendali, ha scaldato gli animi Il Presidente di ATA, Lorenzo Amor che l’ERTE in Germania è stata prorogata sino al 31 dicembre 2021, confortata da un’esenzione del 100%.

Tuttavia l’incontro di ieri non è stato completamente infruttuoso. Il Ministro del Lavoro, Yolanda Diaz, ha preannunciato che sono state risolte alcune questioni relative alla protezione sociale legate all’ERTE. Una di queste è l’estensione oltre i sei mesi del 70% dello stipendio base ( mentre ora dopo sei mesi di erogazione scende al 50%). Diaz ha altresì assicurato che il Governo non vuole lasciare indietro nessuno, non guarda solo il settore del turismo, ma anche tutte quelle aziende che da esso dipendono o vi sono legate in qualche modo.

Il Ministro della Previdenza Sociale, Jose Luis Escrivà, ha voluto chiarire che “non può esserci caffè per tutti”, in quanto non tutte le aziende sono state colpite con la stessa intensità dalla pandemia.