La circolazione del covid-19 nelle Isole Canarie continua in remissione dopo aver registrato 293 casi negli ultimi tre giorni tra persone di età superiore ai 60 anni. Il numero accumulato di casi di coronavirus in questo gruppo ammonta a 97.031 persone nelle Isole Canarie. Finora in questo mese il numero dei ricoverati nei centri sanitari dell’Arcipelago a causa del covid-19 è diminuito del 21%, passando dai 105 ricoverati il ​​2 settembre agli 83 di questo venerdì, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute del Governo delle Isole Canarie .

In questo momento, i centri ospedalieri delle Isole hanno un totale di 79 pazienti ricoverati in reparto e quattro in Terapia Intensiva (ICU).

Negli ultimi tre giorni, la Sanità ha notificato la morte di sei persone affette da covid-19, due a Tenerife, due a Gran Canaria e due alla Palma. Tutte le persone, di età compresa tra i 69 ei 94 anni, avevano precedenti patologie e sono state ricoverate in ospedale.

In totale in questo mese le vittime sono state 21, secondo i dati del Ministero della Salute del governo delle Isole Canarie. A Tenerife e Gran Canaria sono stati segnalati otto decessi, mentre a La Palma si sono registrati tre decessi e uno a Lanzarote. Tutti avevano precedenti patologie e sono rimasti ricoverati in ospedale. Avevano tra i 64 ei 94 anni.

Incidenza

Quanto all’Incidenza Accumulata (AI) a 7 giorni, è leggermente aumentata negli ultimi quindici giorni, passando da 94,89 casi ogni 100.000 abitanti a 95,09 casi. L’IA a 14 giorni fa segnare un calo di 35,94 punti nelle ultime due settimane, rimanendo a 181,50 casi ogni 100.000 abitanti.

Per isole, l’IA a sette giorni è a basso rischio a Gran Canaria, Fuerteventura, La Palma e La Gomera. Il resto è a circolazione controllata. Per quanto riguarda l’IA a 14 giorni, solo La Gomera è a basso rischio. Per quanto riguarda la percentuale di occupazione dei letti d’ospedale per i casi di covid-19, La Palma e La Gomera, entrambe con il 2,17%, sono a basso rischio mentre il resto delle isole ha una situazione di circolazione controllata.

Per quanto riguarda il tasso di nuovi ricoveri per covid-19, ogni 100.000 abitanti in 7 giorni, solo Tenerife è a basso rischio rispetto alla circolazione controllata del resto delle Isole.

Per quanto riguarda il tasso di nuovi ricoveri in Terapia Intensiva (ICU) per covid-19, ogni 100.000 abitanti in 7 giorni, Gran Canaria è l’unica a basso rischio con un tasso di 0,7.

L’intero Arcipelago rimane quindi a basso rischio sanitario dopo l’ultimo aggiornamento del rapporto epidemiologico. La media giornaliera dei letti ospedalieri convenzionali occupati da pazienti covid-19 è diminuita del 6,4%, rimanendo a basso rischio, e la percentuale di occupazione dei letti in terapia intensiva continua a essere in circolazione controllata.