Due politici dell’Unione Democratica Cristiana (CDU) del Cancelliere tedesco Angela Merkel hanno firmato una lettera indirizzata alla Commissione Europea chiedendo che siano allestiti ancora piu’ centri di accoglienza per migranti in Italia e Spagna.

La lettera esprime l’assenza di progressi nella negoziazione del sistema di asilo europeo per le differenze tra i paesi membri. “Allo stesso tempo, il flusso di migranti verso l’Europa, in particolare attraverso la rotta del Mediterraneo, è di nuovo aumentato notevolmente”, scrivono nella lettera il portavoce della CDU per gli interni Mathias Middelberg e l’eurodeputata Lena Duepont.

Middelberg e Duepont citano l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) e un “considerevole aumento” degli arrivi di migranti in Italia e Spagna. La lettera si rivolge nello specifico al Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per la salute e la sicurezza, Margaritis Schinas.

“Continuiamo a pensare che l’esistenza di centri di accoglienza in Italia e Spagna insieme al centro di accoglienza pilota a Lesbo che è in fase di progettazione in questo momento, potrebbero essere di grande importanza per l’effettiva riduzione della migrazione nel Mar Mediterraneo”, hanno affermato. Il centro di accoglienza di Lesbo dovrebbe entrare in funzione in inverno.

“La maggior parte dei migranti che sbarcano in Italia e Spagna provengono da Paesi dove non c’è persecuzione”, ha  espresso Middelberg in dichiarazioni all’agenzia di stampa DPA in cui ha chiesto che siano visionate rapidamente le domande di asilo e il “rimpatrio immediato” associandolo a programmi di sviluppo economico nei paesi di origine dei richiedenti asilo.

Duepont, da parte sua, ha richiesto più celerita’ nei negoziati per la riforma del sistema di asilo, stagnante da anni. Da parte loro, l’Italia e la Spagna rifiutano la costruzione di ulteriori centri di accoglienza nei loro territori e sostengono che sarebbe corretta una equa distribuzione del flusso di migranti tra i paesi membri.