Il governo della Generalidad de Cataluña annuncerà questo mercoledì la chiusura di bar e ristoranti come misura preventiva per arginare la fulminea diffusione di infezioni e focolai della pandemia di coronavirus in Catalogna.

La misura sarà comunicata in una conferenza stampa congiunta dai responsabili della sanità, degli interni e dell’area della vicepresidenza, dopo la raccomandazione degli esperti sanitari, che ritengono necessaria tale restrizione per ridurre l’interazione sociale sperando così di poter evitare un altro confinamento domestico.

Indignazione nel settore

Rappresentanti del settore hanno espresso il loro fermo disappunto per la decisione della Generalitat e hanno confermato che se tale misura si dovesse protrarre nel tempo, molti bar e ristoranti non riapriranno, non potendo sopportare una chiusura di due settimane.

Oggi è in programma un incontro tra Governo e membri di federazioni e Unione ristoratori per affrontare l’allargamento dei limiti di orario a causa della pandemia. La Gremi de Restauració de Barcelona ritiene ” inammissibile ” la possibilità della Generalitat di imporre una nuova riduzione dell’orario nei bar e nei ristoranti.

Le nuove restrizioni hanno lo scopo di  “ridurre la mobilità e l’interazione sociale” . Alcune saranno obbligatorie e altre solo raccomandazioni. Il loro periodo di applicazione, in ogni caso, sarà di 15 giorni , quindi dureranno fino alla fine di ottobre e, a seconda di come progredirà la pandemia,  e si analizzerà se dovranno essere prorogate .