La Sala Sinfonica dell’Auditorium di Tenerife è stata ieri presa d’assalta da oltre 900 persone, la maggior parte delle quali atleti e fan, che hanno seguito la presentazione del nuovo Circuito di Tenerife,  che sarà realizzato ad Atogo (Granadilla de Abona). Il giornalista Antonio Lobato è stato il maestro di cerimonie di uno spettacolo sobrio in formato dialogico dove sono state spiegate le caratteristiche e il processo storico dell’infrastruttura tanto attesa da trent’anni.

Il Tenerife Motor Circuit è iniziato e lo ha fatto con il massiccio supporto di molti fan di questo mondo, che stanno attendendo il circuito da tre decenni, tra rinvii e promesse non mantenute. Questa volta sembra che sia la volta buona, almeno questo è il fermo impegno del Cabildo. Il suo presidente, Pedro Martín, ed Enrique Arriaga, vicepresidente del Cabildo, entrambi difensori dell’infrastruttura, hanno presieduto l’evento in un Auditorium di Tenerife la cui sala sinfonica era gremita. Il giornalista ed esperto di Formula 1, Antonio Lobato ha condotto compiaciuto l’ora e un quarto della manifestazione con l’intervento dei piloti Carlos Sainz junior, applaudito in ogni momento, il motociclista Carlos Checa e l’italo-Tenerife Christine Giampaoli Zonca (GZ) .

El Circuito del Motor nace en medio del apoyo popular

L’Autodromo nasce in mezzo al consenso popolare

Un ambiente ideale.

Un palco con una macchina, due moto e tre sedie. Sullo sfondo un grande schermo con Tenerife in caratteri grandi e in caratteri più piccoli Circuito Motori. 

Carlos Sainz junior, pilota Ferrari, leggendaria squadra di corse automobilistiche, ha ricevuto le più grandi ovazioni. Era sciolto, affettuoso e vicino. Assicura che non ci ha pensato quando ha ricevuto l’invito, ha preso un aereo ed è venuto a sostenere il circuito. El Circuito del Motor nace en medio del apoyo popular

L’Autodromo nasce in mezzo al consenso popolare

Molta gente fuori.

Gli esterni dell’Auditorium hanno “accolto” numerose persone durante le oltre due ore che è durata la Kermesse. La maggior parte dei presenti sosteneva il circuito, anche se quasi 200 persone dei movimenti ambientalisti si sono espressi contro il progetto. I manifestanti sono stati convocati da otto associazioni dell’Isola monitorati dalla polizia per evitare incidenti poiché appunto erano presenti numerosi appassionati di motori pro-circuito. I contestatori sono stati  trasferiti dall’altra parte del Viale Marittimo, nei dintorni dell’Eremo di Regla. 

El Circuito del Motor nace en medio del apoyo popular

L’Autodromo nasce in mezzo al consenso popolare

C’è molta strada da fare. Più di cinque anni di lavori previsti per un costo di 51 milioni di euro. Ma il Circolo degli Imprenditori e dei Professionisti del Sud di Tenerife (CEST) difende “il potenziale dell’Autodromo di generare economia e creare posti di lavoro sull’Isola”. Il presidente del CEST, Roberto Ucelay, apprezza che il progetto rappresenterà “una nuova attrazione che genererà nuove opportunità economiche”.