Questo e’ il periodo dell’anno in cui finalmente si iniziano a trovare le castagne, ricche di nutrienti e ottime per rafforzare il nostro sistema immunitario. Crude, arrostite o in umido, le castagne rappresentano una prelibatezza piena di energia.

Il castagno è il frutto del castagno, albero tipico dell’emisfero boreale, e fin dall’antichità ha rappresentato un alimento essenziale in tempi di carestia. La sua farina serviva inoltre per fare il pane in sostituzione delle farine di cereali. Oggi la sua farina senza glutine è un’alternativa ideale nella preparazione di cibi per celiaci. Con la farina si possono realizzare torte, pasta, pane e dolci, come budini o creme pasticcere.

Se si consumano in grande quantita’ si sa che le castagne fanno ingrassare e questo perché contengono molto zucchero, ma forniscono anche meno calorie delle altre noci e sono molto appaganti, perché hanno molte fibre. Quindi possiamo concludere che il loro consumo non è solo compatibile ma anche consigliato nelle diete dimagranti.

Il trucco sta nel consumarne non piu’ di tre o quattro castagne che basteranno a soddisfarvi e per beneficiare delle loro proprietà, che sono tante. La realtà è che sono caloriche la metà di mandorle o noci, pur essendo molto più sazianti, motivo per cui è difficile mangiarne così tante da riflettersi sulla bilancia.

Il fatto che i carboidrati contenuti nelle castagne siano complessi ci fa impiegare più tempo a digerirli e quindi ci soddisfano di più. Pertanto, nonostante il loro alto contenuto di zuccheri, sono consigliati sia a chi soffre di diabete, sia a chi segue una dieta dimagrante.

Una dozzina di caldarroste, ad esempio, apportano 167 calorie, il 10% in più di carboidrati rispetto alla pasta o al riso e un sesto delle fibre necessarie al giorno. Da tenere sempre presente che la fibra è importante per controllare il livello di colesterolo, evitare la stitichezza e prevenire i tumori al colon.

Benefici della castagna

Un altro dei punti di forza della castagna è il suo contenuto di inulina, una fibra prebiotica che alimenta il microbiota intestinale. Questo aiuta a migliorare l’assorbimento di calcio e magnesio, due minerali che rafforzano le ossa. Se bollite le castagne nel latte e preparate una purea, otterrete una deliziosa crema piena di cibo per le vostre ossa. Inoltre, ha più acido folico di qualsiasi altra frutta a guscio, il che lo rende altamente raccomandato per donne in gravidanza, bambini e adolescenti in età crescente.

Il castagno si distingue anche per il suo apporto in vitamina C e manganese, entrambi elementi importanti per rafforzare le difese. In 100 grammi di castagne troverai la stessa quantità di vitamina C di 100 grammi di arancia. Il manganese, dal canto suo, è un minerale che fornisce energia ed è essenziale per il sistema immunitario. A sua volta, grazie al suo alto contenuto di vitamine del gruppo B e carboidrati, la castagna favorisce il benessere emotivo.