Le condizioni meteorologiche nell’area in cui è scoppiato l’incendio questo giovedì a Los Campeches, nel comune di Los Realejos, non aiuteranno i lavori di estinzione , secondo le previsioni di David Suárez, delegato alle Isole Canarie dell’Aemet.

” L’umidità è bassa, è intorno al 20% , poiché siamo al di sopra della zona di inversione termica (sopra quello che è noto come il mare di nuvole) e le temperature sono intorno ai 30 e 32 gradi “, dice. Suárez che aggiunge che “sebbene il vento nel luogo non sia stato molto intenso nelle ultime ore, e abbia una componente nord-nordest, si sono registrate raffiche di circa 30 chilometri orari “. Ma l’esperto avverte che “a livelli leggermente inferiori rispetto al luogo in cui si è originato l’incendio boschivo, i venti sono più intensi e accelerano nelle zone più esposte”.

Nelle ultime 24 ore si sono registrate raffiche di vento da 10 a 20 chilometri orari con alcune raffiche notturne fino a 30 chilometri orari.

Nonostante il meteorologo abbia ricordato che per questo venerdì è previsto un calo generale delle temperature, i termometri rimarranno comunque a valori relativamente alti. In questo senso, Suárez ha indicato che continueranno alcune allerte a causa delle alte temperature con massime di 34 e 36 gradi che, nel caso di Tenerife, interesseranno i versanti sud e ovest, non tanto al nord. Sabato il calo delle temperature continuerà, anche se per domenica si prevede un nuovo aumento.

Secondo le previsioni, non sono previsti cambiamenti in termini di masse d’aria che possono fornire molta umidità, “di conseguenza le condizioni meteorologiche non sono molto favorevoli “, ha sottolineato Suárez.