Ebbene si. Anche se dispiace raccontarlo, ma questo si evince dalle statistiche. Murcia, Catalogna e Isole Canarie sono state classificate quest’anno come le comunità con i peggiori servizi sanitari, e questo dato secondo un rapporto della Federazione delle Associazioni per la Difesa della Salute Pubblica (FADSP) che rileva un “peggioramento generale” del sistema sanitario dovuto alla “mancanza di sforzi di investimento”.

Al contrario, i Paesi Baschi, Navarra e Asturie sono classificate come le regioni con i migliori servizi sanitari. Proprio queste tre comunità sono le uniche nell’intero territorio nazionale con un bilancio sanitario pro capite superiore a 1.900 euro.

Per stilare il rapporto, il FADSP si sono considerati diversi parametri. Oltre al budget a disposizione di ciascuna comunità, si sono analizztia il numero di posti letto, sale operatorie, medici specialisti, cure primarie e infermieristiche ogni 1.000 abitanti e considerato il costo delle dimissioni ospedaliere, delle emergenze, dei grandi interventi chirurgici ambulatoriali o delle spese farmaceutiche.

Secondo la metodologia utilizzata, il punteggio massimo possibile per una comunità è 130 e il minimo è 32. Il FADSP comprende che la differenza tra le comunità è “chiaramente eccessiva” e questo si riflette nei risultati: i Paesi Baschi ottengono il voto migliore, con 95 punti, 32 in più di quelli raggiunti dal Murcia, in fondo con il peggior punteggio dell’intero Paese, a sommare solo 63.

Cantabria, Castilla y León, Castilla-La Mancha, Extremadura e La Rioja sono tra le comunità con servizi sanitari “regolari” e ottengono un punteggio di 88 punti, ad eccezione di La Rioja che ne aggiunge 86.

In quanto territori con servizi sanitari “carenti”, la Galizia, l’Aragona, le Isole Baleari, la Comunità Valenciana, la Comunità di Madrid e l’Andalusia si collocano, in ordine di punteggio, in un range che va da 79 a 70 punti.

E già nell’ultima classifica, con i peggiori servizi sanitari, si posizionano le Isole Canarie , Catalogna e Murcia.

Negli ultimi quattro rapporti FADSP, le prime due posizioni sono occupate dalle stesse comunità (Paesi Baschi e Navarra) mentre la Comunità di Madrid si ripete quest’anno in posizione 13, con solo quattro comunità alle spalle.

Ed è che la Comunità di Madrid ha il budget sanitario pro capite più basso della Spagna, 1.300,55 euro, insieme all’Andalusia, che stanzia 1.388,86 euro per abitante alla sanità pubblica, lontano dalle cifre dei Paesi Baschi (1.991,21 euro), Asturie (1.975 euro) e Navarra (1.915,56 euro).

In termini di posti letto del Sistema Sanitario Nazionale per mille abitanti, l’Andalusia è all’ultimo posto con 1,75, seguita da Catalogna (1,87), Murcia (2,03) e Madrid, con 2,05.

Liste d’attesa e soddisfazione

Il FADSP si concentra anche sulle liste di attesa . Qui, il 54,7% dei Navarrani afferma che quando chiede un appuntamento al Primary Care, glielo consegna entro 24 ore, una situazione riconosciuta anche dal 40% degli Estremadurani.

Al contrario, solo il 5,5% delle Isole Baleari e il 6,4% dei madrileni riceve un appuntamento in Assistenza primaria da un giorno all’altro.

Il rapporto include anche il grado di soddisfazione dei cittadini per i servizi sanitari che ricevono. Il punteggio più basso per i loro servizi sanitari è dato dalle Isole Canarie con 6,1 su 10, seguite da catalani e andalusi (6,4) e Murcia, che valutano la loro salute con 6,5.

Il miglior punteggio per i propri servizi sanitari è dato dagli aragonesi, con 7,4; seguiti da Navarra e Baschi, rispettivamente con un punteggio di 7,3 e 7,2.

Infatti, l’89,2% dei baschi ritiene che il sistema sanitario nel proprio territorio funzioni bene o abbastanza bene, opinione condivisa da Navarrese, all’86,6%.