Il governo delle Canarie esclude l’adozione di misure restrittive per combattere la pandemia . “Non stiamo considerando nuove misure restrittive perché credo che, onestamente, non sia necessario”, ha detto ieri Álvaro Torres, capo del servizio di epidemiologia del Servizio sanitario delle Canarie (SCS), a proposito della situazione del covid nelle Isole Canarie, in una trasmissione audio da parte della Salute dopo l’aggiornamento dei livelli di rischio. “È vero che continuiamo a raccomandare l’uso delle mascherine al chiuso. È una raccomandazione e per ora non è un obbligo”, ha rimarcato, ma “non vediamo la necessità di misure collettive restrittive che saranno molto difficili da fare accettare alla popolazione”, ha aggiunto Torres.

Un parere simile è stato espresso ieri dal portavoce dell’Esecutivo Canarie dopo la conferenza stampa del Consiglio direttivo, Julio Pérez. Nonostante l’aumento dei contagi, la situazione pandemica “non richiede” l’adozione di restrizioni . Ciò che ha riconosciuto è la preoccupazione della salute per il rilassamento della vaccinazione e ha esortato a completare il programma di vaccinazione.

Oltre al vaccino, la ricetta del governo è quella di indossare la mascherina al chiuso e nelle situazioni di rischio di contagio, non nell’imposizione di misure collettive perché, secondo Pérez, l’aumento dei contagi non sta avendo ripercussioni su terapia intensiva e mortalità .

Il portavoce ha riconosciuto che in questa fase della pandemia, dove si contano solo i casi in chi ha più di 60 anni, non è dato sapere il numero reale dei contagi . “Non abbiamo alcun controllo sui test che vengono eseguiti”, ha detto.

“Questo è un momento di convivenza con il covid” e le misure da adottare sono quelle che si prendono a livello personale, non collettivo, ha sottolinea

Torres ha insistito sul fatto che ciò che deve essere fatto è “enfatizzare le misure individuali come il mantenimento della distanza sociale, la ventilazione, l’uso della mascherina al chiuso e la vaccinazione. Dovremmo tutti avere sia le dosi dei vaccini che la dose di richiamo”, ha aggiunto.