Questo giovedi il Consiglio di governo delle Isole Canarie ha stabilito di mantenere in essere la sospensione temporanea delle misure limitanti per la protezione della salute e la prevenzione della diffusione del COVID-19 applicabili ai diversi livelli di allerta sanitaria.

La proroga della sospensione delle misure è entrata in vigore alle ore 00:00 di questo giovedì 9 giugno e avra’ validita’ fino alle ore 24 del 30 settembre 2022, sempre suscettibile di cambiamenti a seconda della situazione epidemiologica.

Questa misura è presa in vista del mantenimento della situazione epidemiologica “stabile” dall’ultimo accordo di sospensione delle misure, il 28 aprile, come si evince in una nota l’esecutivo delle Canarie.

Un altro motivo è l’entrata in vigore della legge 2/2022, del 6 giugno, che stabilisce il regime legale di allerta sanitaria e le misure per il controllo e la gestione della pandemia covid-19 nelle Isole Canarie., dal decreto legge 11/2021 , che stabilisce il regime legale di allerta sanitaria e le misure per il controllo e la gestione della pandemia, che è abrogato.

La nuova legge entra in vigore giovedì 9 giugno, data della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Isole Canarie (BOC), e la sua regolamentazione è simile a quella del decreto legge abrogato, con le modifiche introdotte nel suo iter parlamentare .

Fondamentale per il suo adeguamento alle modifiche normative statali e alle variazioni dei documenti tecnici per la gestione della pandemia, a seguito dei progressi scientifici nelle sue conoscenze, prevenzione e cura.

Questa nuova normativa annulla la sospensione temporanea delle misure limitanti per la tutela della salute e la prevenzione della diffusione del covid-19 applicabili ai diversi livelli di allerta sanitaria, stabilite e prorogate con gli accordi del Governo del 24 marzo e del 28 aprile , 2022.

Per tale motivo si è reso necessario adottare un nuovo accordo governativo, al fine di mantenere la sospensione temporanea di dette misure in vista della stabilità della situazione epidemiologica.

Dopo il cambio di orientamento nella strategia di sorveglianza e controllo contro il covid-19, sono stati stabiliti nuovi indicatori per la valutazione del rischio, in accordo con i mutamenti dell’attuale situazione epidemiologica.

I dati sulla diffusione del coronavirus mostrano che, nonostante la protezione fornita dal vaccino, ci sono ancora settori della popolazione che rimangono vulnerabili e che possono sviluppare gravi condizioni cliniche, quindi gli sforzi dovrebbero concentrarsi sulla protezione di queste persone, indica il Governo.

Gli ultimi rapporti epidemiologici della Direzione Generale della Sanità Pubblica mostrano una situazione epidemiologica “sostenuta”, poiché gli indicatori valutati mantengono un andamento stabile, con lievi oscillazioni al rialzo e al ribasso.

Pertanto, tutte le isole sono attualmente agli stessi livelli di allerta sanitaria dalla fine di aprile, tutte al livello di allerta 1, rischio basso, ad eccezione di Gran Canaria, che è al livello di allerta 2, rischio medio.