Cessano da oggi i controlli sanitari per i viaggiatori della zona Schengen. In virtù di tale risoluzione, sono mantenuti i controlli per i viaggiatori che non provengono dall’UE o da paesi associati a Schengen e che comprenderanno la misurazione della temperatura corporea, un controllo documentale e un controllo visivo delle loro condizioni fisiche.

La salute giustifica questo cambiamento a causa del miglioramento della situazione epidemiologica della pandemia, che ha fatto si che molti Stati membri non richiedano più ai viaggiatori provenienti dall’Unione Europea di presentare certificati covid o di imporre altre restrizioni.

Il cambiamento e’ dovuto anche agli alti tassi di copertura vaccinale.