Dal 7 giugno la Spagna parteciperà a un test generale dell’Unione europea per la presentazione del certificato digitale COVID che permettera’ alle persone di poter viaggiare in liberta’. Lo ha annunciato questo venerdi il presidente del governo, Pedro Sanchez, nel corso di un suo discorso tenuto all’inaugurazione della Fiera Nazionale per il ripopolamento della Spagna rurale, svoltasi a Soria.

La Spagna e’ un paese dall’economia che si esprime di pari passo con il turismo. Per questo l’amministratore delegato ha messo in evidenza la necessita’ della vaccinazione che sara’ la molla per la ripresa del turismo.

Sánchez ha ricordato che la Spagna ha partecipato attivamente a tutti i progetti pilota della Commissione Europea per la realizzazione del certificato digitale COVID, certificato il cui uso partirebbe dall’inizio di luglio. Dal 7 giugno la Spagna, prima tra i paesi europei, dovrebbe iniziare a provare l’utilizzazione del certificato, fino a raggiungere la sua implementazione finale. Ha specificato anche che poter disporre del certificato prima dell’estate, sara’ vitale per il turismo.

Con le vaccinazioni e con il certificato, ha ribadito il Presidente del governo, si riattivera’ il turismo e prendera’ di nuovo vita l’economia del paese.