Un caldo quasi soffocante e un tremendo disagio è la sensazione che quasi tutti i canari stanno soffrendo in questi giorni , anche se le temperature non superano i livelli registrati la scorsa settimana durante la prima ondata di caldo estivo. Questo caldo, che in alcuni punti dell’isola di Gran Canaria supererà i 40 gradi e che a Tenerife toccherà punte sarà tra i 34 ei 36 gradi, proseguirà per tutta la giornata di oggi, giovedì . Tuttavia, le temperature scenderanno da venerdì e sabato per salire nuovamente da domenica prossima, secondo il delegato regionale alle Isole Canarie dell’Agenzia meteorologica statale (Aemet), David Suár.

Suárez ha sottolineato anche che sull’isola di Tenerife si raggiungeranno temperature fino a 36 gradi, anche se in alcuni punti potrebbero essere superate, soprattutto sui versanti orientale e occidentale, nelle zone di fascia media e nell’area metropolitana.

L’esperto ha indicato che la calima presente nei cieli delle Isole resterà alta , situazione tipica di questo periodo dell’anno. Nonostante ciò, la polvere in sospensione si deposita da giorni e ci sono già registrazioni in alcune stazioni di qualità dell’aria del Governo delle Isole Canarie che mostrano valori che “tra i 40 e i 50 microgrammi per metro cubo d’aria”.

La seconda ondata di caldo?

Nonostante l’aumento del mercurio nei termometri dell’Arcipelago delle Canarie, è ancora presto per dire se stiamo affrontando o meno la seconda ondata di caldo estivo. “Dal punto di vista climatico, non possiamo confermarlo finché questo episodio non sarà terminato. Per ora, con i dati che abbiamo, non sembra che sarà così, perché ci aspettiamo un calo delle temperature per venerdì e sabato, anche se è previsto un nuovo aumento delle temperature da domenica prossima. In questo senso, Suárez ha indicato che l’episodio di caldo “sarà lungo, anche se con alcuni giorni in mezzo a temperature più miti”.

Per dire che siamo di fronte a un’ondata di caldo devono sussistere diverse circostanze, come ad esempio “il 30% delle isole è in allerta arancione (temperature superiori a 37 gradi), un valore di soglia di temperatura che supera il percentile del 95% delle stazioni dislocate negli aeroporti di una lunga serie di massime giornaliere e che, almeno, quell’episodio di caldo duri tre giorni.

Tutte le Isole Canarie hanno un’allerta gialla per il caldo durante questa giornata di giovedì ad eccezione dell’area delle Midlands e del sud di Gran Canaria, che manterrà l’allerta arancione poiché i 37 gradi saranno ampiamente superati.

Le temperature che si stanno registrando nelle Isole Canarie in questi giorni “sono un po’ più alte del solito per questo periodo dell’anno poiché si tratta di un episodio che si è diffuso in gran parte del territorio insulare”, afferma il delegato territoriale dell’Aemet, il quale aggiunge che sebbene “è normale che in questo periodo dell’anno si registrino temperature intorno ai 32 e 34 gradi in alcune parti delle isole, non è normale che colpisca quasi tutte le Isole Canarie con valori che sono alla soglia dell’allerta gialla, tra 34 e 36 gradi.

Questo sarà il panorama con cui dovranno convivere le Isole Canarie, ma in alcune zone della costa soffierà anche vento con forti raffiche che potrebbero superare i 70 chilometri orari, che permetteranno, in quei luoghi, di avere un clima più mite. Queste raffiche di vento si intensificheranno maggiormente sulle coste nord-ovest e sud-est  di Tenerife a causa dell’effetto topografico, sebbene soffierà fortemente anche nei canali tra le isole.