Quando arriva la primavera, facile che si pensi che tra non molto i vestiti estivi, la spiaggia, la voglia di sfoggiare un fisico nuovo, ci spingano ad intraprendere quella famigerata dieta che avremmo dovuto iniziare un lunedi, ma che e’ rimasta nel dimenticatoio o sempre rimandata. Poi ci sono le vacanze, e d’improvviso ci si guarda allo specchio e si pensa che l’ora di mettersi in riga sia giunta, anche se dovremo fare qualche rinuncia, e scegliere i cibi giusti per spingere il nostro corpo a consumare quei grassi in eccesso, tutti posizionati li, nei posti sbagliati, dove si vedono al primo sguardo.

Questa volta prendiamo in esame le bevande alcoliche, quelle che contengono calorie che non servono a nulla se non a soddisfare il palato, e che andrebbero sempre consumate con moderazione. Non tutte pero’ hanno gli stessi effetti sul nostro fisico, ed ora andiamo ad analizzarne alcune.

Quanto alcool consumiamo e quante calorie assumiamo nel farlo

 Secondo i dati della Spanish Nutrition Foundation, cinque calorie su cento di quelle che ingeriamo al giorno, riguardano il consumo di alcool. Se pensiamo che dell’alcool volendo si puo’ anche fare a meno, cosa che non avviene se rinunciamo al cibo, che in caso di dieta dobbiamo misurare, ecco che forse possiamo in quel caso perdere peso piu’ rapidamente. Per non parlare dello zucchero contenuto nelle bibite che per i nostri aperitivi vengono aggiunte a vodka, whisky o rum. Il numero delle calorie puo’ schizzare a livelli altissimi.

E poi, sapevate che l’alcool non consente al nostro corpo di bruciare calorie e carboidrati, se consumato in eccesso? Meglio sarebbe assumerne sempre in dosi ridotte, anche se non decidiamo di metterci a dieta.

Vodka, la bevanda piu’ calorica

Le bevande alcoliche (a differenza di quanto accade con gli alimenti confezionati) non devono esibire sull’etichetta le informazioni nutrizionali. Cio’ non toglie che si possa fare una ricerca su quante calorie contengano. Presto fatto: le calorie in un bicchiere si calcolano in base alla gradazione alcolica. I piu’ calorici sono di conseguenza i liquori, e nello specifico la vodka, con 300 chilocalorie per ogni bicchiere da 100 millilitri, che corrispondono a due bicchierini. Seguono l’anice (297 chilocalorie), poi whisky e cognac (280), rum e gin (244) e vinaccia (222). La miscela più esplosiva è la  piña colada  (succo di limone, cocco e rum), una vera bomba da 644 kcal ( un hamburger Big Mac è 510 kca l)

Birra e vino le meno ingrassanti

La birra e il vino, invece, che rappresentano le due bevande alcoliche più consumate, sono tra le meno ingrassanti. Quindi, contrariamente a quanto molti pensano, una birra (200 cc) vale solo 70 kcal e una lattina 105. Nel caso del vino, un bicchiere di rosso è 74 kcal e un bianco, 79. Da bere sempre con moderazione, la birra e il vino contengono sostanze benefiche per il nostro organismo. Un bicchiere a pasto di buon vino, o una birra al bar, non incideranno piu’ di tanto sul nostro peso.

Bevi vino e campi cent’anni, si diceva una volta. Quando il vino era fatto solo con l’uva! Attenzione all’abuso, e prepariamoci a rinverdire il nostro fisico con una dieta salutare, senza per forza rinunciare all’alcool, evitando pero’i  superalcolici, e limitandoci ad un consumo intelligente di vino e birra, in minuscole dosi.

2021-05-26T00:27:51+00:00Maggio 24th, 2021|Salute|

Condividi questo articolo !

Torna in cima