Los Campeches, nel comune di Los Realejos, è stata ancora una volta l’area dove ieri alle 10:20 è scoppiato un incendio che, dopo aver raggiunto San Juan de la Rambla, toccherà questa mattina La Guancha.

L’area interessata è la zona di Campeches-Tigaiga-Ruiz, che presenta un’orografia a forma di depressione, di anfratti, con un certo flusso d’aria che ha contribuito ad alimentare alcune fiamme che “si sono spostate rapidamente verso ovest” generando complicazioni su il fianco destro per il fatto che ci sono molti “burroni e fattorie abbandonate” che hanno dato alle fiamme la possibilità di “alimentarsi facilmente”, ha dichiarato Montserrat Román, capo del Servizio di protezione civile e pronto intervento del governo delle Isole Canarie.

Il Cabildo de Tenerife, che inizialmente era incaricato dei lavori di estinzione, ne ha alzato il rischio al livello 2. Sono stati mobilitati circa 250 membri della brigata forestale di Tenerife, La Palma e La Gomera, l’UME e dieci mezzi aerei, nove elicotteri e l’aereo Air Tractor.

 La lotta al fuoco si è concentrata su due fronti e ha riguardato circa 110 ettari di boscaglia, in una zona complicata e con molto carburante. Le stime indicano che nelle prossime ore la temperatura scenderà un po’, ma, con bassa umidità, non sono previste buone condizioni meteorologiche fino a stasera.

Un centinaio di truppe a terra hanno lavorato ieri sera per vedere, in caso di un possibile cambio di direzione del vento, di poter incanalare il fuoco e impedirne la discesa ai livelli più bassi. Saranno anche impiegati droni con termocamere per aiutare a disegnare meglio il perimetro di cinque chilometri. All’alba, i mezzi aerei sono rientrati in azione nuovamente.

Il presidente delle Isole Canarie, Ángel Víctor Torres, ha affermato che l’incendio “non è controllato” perché la temperatura “è alta e l’umidità è bassa”, con il solo  vantaggio che il vento non soffia con grande intensità, e spera di “approfittare” delle condizioni meteorologiche di oggi e di domani per controllare le fiamme prima che le temperature salgano nuovamente domenica. .

Il presidente del Cabildo, Pedro Martín, ha sottolineato che “l’efficienza prevarrà sui protocolli e sulla burocrazia”, ​​dato che i media regionali sono subito disponibili. “Non possiamo ancora sapere quale sia l’origine dell’incendio, ma non ci sorprenderebbe che possa essere stato causato”, ha lamentato.