Il numero di persone registrate nelle Isole Canarie presso gli uffici del Servizio pubblico per l’impiego (SEPE) a fine luglio era 191.437, ovvero 1.193 in più rispetto al mese precedente, con un aumento mensile dello 0,63%, ma 62.664 in meno, il  24,66%, rispetto a quelli registrati alla fine del settimo mese del 2021.

Nella provincia di Las Palmas, con 99.730 disoccupati registrati, la disoccupazione è aumentata a luglio di 882 persone , lo 0,89%, anche se il tasso annuo è sceso di 32.300, ovvero il 24,46%.

A Santa Cruz de Tenerife il dato sulla disoccupazione è significativamente più positivo, con 91.707 disoccupati registrati a fine luglio, 311 in più del mese precedente, lo 0,34% , ma 30.364, il 24,87% , in meno rispetto allo stesso periodo del 2021 , secondo i dati diffusi martedì dal Ministero del lavoro e dell’economia sociale.

Dei 191.437 disoccupati registrati a fine luglio , 3.936 appartenevano al settore agricolo, 7.385 all’industria, 17.723 all’edilizia, 147.679 al settore dei servizi e 14.714 erano persone senza precedente impiego.

Rispetto al mese precedente, la disoccupazione è aumentata in tutti i settori di 1.193 persone, scendendo di 112 nell’agricoltura, 62 nell’industria, 287 nell’edilizia, 650 nel gruppo senza precedenti occupati e salendo, invece, in 2.304 disoccupati nel settore dei servizi .