L’occasione è stata un invito a Massimo Bottura e alla Francescana Family da parte di Niki Pavanelli, cuoco bolognese da 15 anni in Spagna, ora al timone del ristorante di “progressive Italian cuisine” Il Bocconcino. E’ uno dei 5 ristoranti che compongono la ricca offerta del Royal Hideaway Resort, hotel 5 stelle lusso del gruppo Barcelò, concepito nel 2018 dall’architetto Leonardo Omar. Un complesso a forma di barca, di 114 appartamenti complessivi, che si ispira nel disegno ai coralli attorno all’isola. «Il nostro obiettivo?», spiegava Pavanelli senza remore, «meritare una stella Michelin con un ristorante di cucina al 100% italiana. Incredibile pensare che oggi non ce ne sia uno in tutta la Spagna».

Da qualche anno, il Royal Hideaway è sede di Inspirational Chef Program, una piccola kermesse gastronomica che nel tempo ha attirato cuochi importanti come Ana RosDiego Guerrero o i fratelli Torres. Bottura ha rubato la scena, innanzitutto con due splendide cene fronte-mare: il menu degustazione (sold-out, naturalmente) mescolava piatti che hanno fatto la storia della Francescana (La parte croccante della lasagnaThink green, il Vitello spin painted) e pietanze nuove e nuovissime (Insalata di marePasta al pesto in astratto).

A cavallo tra i due pasti, c’è stato un monologo applauditissimo del cuoco modenese, confezionato attorno a un repertorio che conosciamo bene. Uno sprone rivolto a cuochi e imprenditori locali: «I nostri ristoranti sono atelier rinascimentali; dobbiamo farci ambasciatori di tutti gli eroi silenziosi del territorio, che non siamo noi ma i contadini, i pescatori, i vignaioli e tutte quelle persone che si battono per produrre le loro gemme. È così che si fa il bene del proprio intorno. Crescendo tutti assieme, come i 92 b&b che ora circondano la Francescana a Modena. Qui a Tenerife avete tutto per fare il salto di qualità decisivo: pesci e crostacei incredibili come i carabineiros, verdure, vigne, frutta che non trovi da nessun’altra parte d’Europa».

La parte croccante della lasagna, piatto celebre di Massimo Bottura. Il New York Times volle raccontarlo con un cortometraggio d'autore

La parte croccante della lasagna, piatto celebre di Massimo Bottura. Il New York Times volle raccontarlo con un cortometraggio d’autore

Lo chef, originario di Modena, ha avuto l’opportunità di conoscere la gastronomia locale dell’isola visitando i produttori della zona. Tra questi spicca quello fatto alla Finca La Calabacera-Ecologia Gourmet , che collabora con l’hotel fornendo cibo biologico e di stagione ai suoi ristoranti.

L'Insalata di mare, highlight dal menu Francescana 2022: contiene emulsione d'ostriche e vongole, fave e piselli, acqua di cetriolo e caviale

L’Insalata di mare, highlight dal menu Francescana 2022: contiene emulsione d’ostriche e vongole, fave e piselli, acqua di cetriolo e caviale

Massimo Bottura è uno degli chef più influenti nel mondo della gastronomia. È proprietario della premiata Osteria Francescana, un ristorante a Modena, in Italia, con tre stelle Michelin, che si è classificato al primo posto nella classifica dei 50 migliori ristoranti del mondo nel 2016 e di nuovo nel 2018.