Lo scorso aprile, il Comando della Guardia Civile ha ricevuto una denuncia in cui gli veniva segnalato che in un bazar a Puerto de los Gigantes, nel comune di Santiago del Teide erano presenti oggetti contraffatti.

La denuncia specificava che nel locale si commercializzavano prodotti contraddistinti di marchi contraffatti e senza la corrispondente autorizzazione alla commercializzazione di tali prodotti.

Dopo questa prima denuncia, sono pervenute altre due segnalazioni da rappresentanti di altri marchi, che denunciavano la vendita di prodotti fraudolenti senza l’autorizzazione dei suddetti marchi.

Dopo gli accertamenti in materia, gli agenti della Guardia Civile hanno proceduto alla ispezione dei locali, procedendo nel corso al sequestro di 759 articoli per un importo complessivo di 437.655 euro p

Il procedimento è stato trasmesso al Tribunale di Arona.