Santa Cruz de Tenerife ha ora una nuova Regina del Carnevale. Ruth González Martín ha vinto lo scettro di carnevale ieri sera e lo ha fatto con un progetto di Santi Castro intitolato ¡¡Lírame!!, che rappresenta il centro commerciale Añaza Carrefour. Titolo che ha ricevuto  ieri sera al Gala, e che dalla mano del sindaco, José Manuel Bermúdez, ha ricevuto l’ambito scettro di questo carnevale “estivo”.

Ruth González, rappresentante del Centro Commerciale Añaza ‘Carrefour’ e con una fantasia intitolata “Guardami” del designer Santi Castro, è stata scelta dalla giuria e, come novità, attraverso una votazione popolare, sia il pubblico presente al recinto come quello che lo ha seguito in televisione, tra gli undici candidati che aspiravano allo scettro al Carnevale di Fantascienza

La nuova Regina del Carnevale di Santa Cruz , è stata accompagnata da Yanira Morales, eletta prima damigella d’onore, con il fantasy “Insieme a me” del designer Sedomir Rodríguez, e in rappresentanza del Centro Commerciale Alcampo La Laguna.

Jennifer María García è stata acclamata seconda damigella d’onore con il fantasy Volver a soñar, con un design di Asociación Nira e per conto di Malidente. La terza damigella d’onore è risultata  Marta González Pérez, con la fantasia di Daniel Pages, El cielo de fondo, e in rappresentanza di McDonald’s e El Día-La Opinion de Tenerife. La quarta damigella d’onore è stata Tania Pérez de la Rosa, con una fantasia di Juan Carlos Armas chiamata La Monarca e che rappresentava El Gusto por el Vino e Dormitorum.

Si è cominciato con lo spettacolo di Enrique Camacho, un pubblico devoto, desideroso di Carnevale, gli ha dato il calore che forse mancava allo spettacolo, molto misurato nel tempo, molto attento nella presentazione, ma privato di quell’emozione che si vive per strada.

Il buon lavoro della conduttrice, in particolare Alexis Hernández, che è stato costretta a gestire uno spettacolo che, a volte, stava perdendo interesse. Si partiti omaggiando il popolo di Carnevales con le immagini delle regine degli anni precedenti.  La verità è che la cosa migliore dell’inaugurazione è stata la fine, con l’intero palco pieno di festa e un pubblico che applaude .

Questa prima parte del Galà si è conclusa con la sfilata degli otto finalisti sul palco, che ha dato il via alla parte più dinamica e carnevalesca di un Galà che dà il via al Carnevale.