La stagione estiva è nel suo pieno e oltre a scogli appuntiti, ricci, tracine e meduse particolarmente urticanti come la Pelagia al mare dobbiamo prestare molta attenzione anche alle cosiddette correnti di risacca.

Forse non ne hai mai sentito parlare, ma conoscerle e sapere come aggirarle è essenziale per la tua sicurezza. La corrente di risacca costituisce un pericolo nascosto per i bagnanti e, in alcuni casi, può essere addirittura mortale.

Mentre si è in spiaggia, imparate a osservare il mare, saper riconoscere una corrente di RISACCA vi potrebbe salvare la vita!
Probabilmente tutti l’abbiamo vista, ma senza essere consapevoli del pericolo che corriamo, questa immagine può darci delle preziose indicazioni quindi FISSATELA BENE IN MENTE!
Quando si vedono le onde e poi una piccola porzione delle onde “piatte” in mezzo c’è una corrente risacca. In quell’area l’ acqua si muove in direzione opposta quindi chi si trova in quell’area viene “risucchiato” verso il mare. Quindi state lontano da queste zone! Questo non è un posto tranquillo per uscire con i bambini piccoli, ma anche per gli adulti.
Come comportarsi se si finisce in una corrente di risacca

Se ci si imbatte in una corrente di risacca bisogna:

  • mantenere la calma il più possibile. È la prima cosa da fare in quanto è proprio il panico del momento a disorientarti e a impedire al tuo corpo di venirne fuori
  • restare a galla
  • nuotare parallelamente alla corrente di risacca. Cercare di tornare a riva, e quindi controcorrente, non serve a niente se non a stancarti di più e a combattere invano la forza della corrente. Muoviti invece ai lati della corrente di risacca, allontanandoti da essa in parallelo.

corrente di risacca