I piloti Carlos Sáinz, Carlos Checa e Christine GZ hanno testato il futuro layout del Tenerife Motor Circuit , un progetto che è stato presentato martedì davanti a più di 1.500 persone all’Auditorium di Tenerife.

Dopo aver concluso il tour, Carlos Sáinz ha assicurato che “è stato un piacere vedere l’elevato numero di persone che hanno manifestato il loro sono entusiasmo per questo progetto”. “Mi sono goduto questo primo giro del circuito e ora è il momento di augurarvi buona fortuna perché tutto proseguava”, ha aggiunto il pilota di Formula 1 prima di partire per la Francia dove il prossimo fine settimana disputerà il Gran Premio sul circuito del Paul Ricard.

“Anche se il terreno deve iniziare a prendere forma, si può già intuire che il circuito sarà di altissimo livello e non ha nulla da invidiare a nessun altro al mondo”, ha spiegato invecel’ex pilota della Moto GP Carlos Checa.

Da parte sua, Christine GZ ha mostrato il suo entusiasmo per la pista e ha dichiarato che “spero di poter venire presto ad allenarmi perché è stato speciale poter vedere come sarà il circuito e vorrei anche essere la prima a girarci quando sarà pronto”.

I piloti hanno svolto le prove questo mercoledì e sono stati accompagnati durante il tour dal presidente del Cabildo de Tenerife, Pedro Martín, e dal primo vicepresidente, Enrique Arriaga .

Pedro Martin ha spiegato che l’obiettivo del Cabildo è realizzare questo progetto per fasi, a seconda delle possibilità di crescita. “Non rinunceremo a nessun test. Passeremo da meno a di più e investiremo nella misura necessaria per dotare queste infrastrutture di maggiore competitività”, ha affermato il presidente, che ha evidenziato le “enormi possibilità offerte dal Circuito, la cui costruzione “risponde a un’importante domanda sociale”, come la presentazione di ieri ha confermato.

Enrique Arriaga ha insistito sul fatto che l’Autodromo di Tenerife “è un’ottima opportunità per l’isola dopo tanti anni di attesa”. Il vicepresidente ha ringraziato i corridori per il loro sostegno al progetto perché “gli atleti del calibro di quelli che abbiamo qui oggi credono nelle possibilità di questa infrastruttura che ci consentirà di continuare a lavorare con ancora più entusiasmo per rendere il circuito un successo”. Inoltre il primo vicepresidente ha convocato i piloti, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori, tra due anni quando l’ Autodromo di Tenerife sarà già stato asfaltato”

L’ Autodromo di Tenerife , situato ad Atogo, nel comune di Granadilla de Abona, avrà un tracciato di 4.050 metri di lunghezza, 16 curve e avrà la particolarità di essere uno dei pochi al mondo in cui si correrà in senso orario  opposto. Nel circuito si potranno raggiungere velocità massime della vettura di 320 km/h e velocità minime di 95 nella curva più strette. Nel caso delle motociclette, la gamma di velocità varierà tra 315 e 80 chilometri orari.