La ciclopica macchina organizzatrice è in moto:  35 orchestre canarie, nove case di produzione, società del suono, aziende per il montaggio di tende e palchi, più di duecento lavoratori coinvolti, circa 400 i  membri delle orchestre questi i numeri dopo il lungo periodo di fermo forzato dovuto alla pandemia. Indubbiamente, la decisione di animare il Carnevale in strada con la musica delle orchestre delle Canarie è stata un’ottima notizia per questi operatori. indispensabili in ogni buona festa danzante degna di nota,  personaggi indispensabili per ravvivare l’atmosfera di questo carnevale atipico .

Con questo gesto, il sindaco di Santa Cruz de Tenerife, José Manuel Bermúdez, ha voluto “rafforzare la fiducia del municipio nel buon lavoro che possono svolgere le orchestre di lunga storia, che sono molto amate dal pubblico e che devono avere l’opportunità per riprendersi da un periodo disastroso che ha costretto alcuni di loro a scomparire”.

Dal canto suo, l’assessore alle Feste, Alfonso Cabello, ha confermato che questa decisione è conseguenza dei molteplici incontri che hanno avuto con il settore, che ha palesato al concistoro la situazione in cui si trova a causa della pandemia . “Abbiamo raccolto le loro preoccupazioni e abbiamo già lavorato con tutti loro per qualsiasi festa che potrebbe tenersi nel comune”, conferma. “Per noi inserire in tante esibizioni è stata una sfida”, dice, “perché non dobbiamo dimenticare che quest’anno ci sono solo quattro giorni di festa in piazza, e abbiamo voluto dare una possibilità a più gruppi possibili affinché nessuno rimanga senza partecipare a questo Carnevale”.

I tre palchi abituali, Plaza del Príncipe, Avenida Francisco La Roche e Plaza de la Candelaria, offriranno più di 150 ore di musica che inizieranno giovedì 23 giugno alle 22:00 e fino alle due del mattino; proseguiranno venerdì, al termine della cavalcata annunziante, fino alle cinque del mattino; sabato 25, primo giorno del Carnevale diurno con musica dalle 12:00 del mattino fino alle 6:00 del mattino; e si concluderà domenica 26, giorno del secondo Carnevale della Luce del Sole, quando la musica comincerà alle dodici del mattino e l’ultima nota suonerà alle otto del pomeriggio con quelle 35 orchestre canarie.