Questo è quanto è stato stabilito dopo l’aggiornamento di mercoledì delle misure di sicurezza sanitaria per i viaggi aerei. L’aggiornamento del Protocollo congiunto per la sicurezza e la salute aerea tiene conto degli ultimi sviluppi della pandemia e, in particolare, dei livelli di vaccinazione e dell’immunità acquisita naturalmente, e della conseguente revoca delle restrizioni in un numero crescente di paesi europei.

“A partire dalla prossima settimana, le mascherine per il viso non dovranno più essere obbligatorie sui viaggi aerei in tutti i casi, in linea con i requisiti in evoluzione delle autorità nazionali in tutta Europa per il trasporto pubblico. Per i passeggeri e gli equipaggi aerei, questo è un enorme passo avanti nella normalizzazione del trasporto aereo. Tuttavia, i passeggeri dovranno comportarsi in modo responsabile e rispettare la salute degli altri che li circondano. Un passeggero che tossisce e starnutisce dovrebbe prendere seriamente in considerazione l’idea di indossare una mascherina per il viso, per la tranquillità di coloro che sono seduti nelle vicinanze”, ha affermato Patrick Ky, direttore esecutivo dell’EASA.

Il direttore dell’ECDC Andrea Ammon ha affermato che gli aggiornamenti del protocollo di sicurezza forniscono ai viaggiatori e al personale dell’aviazione una migliore comprensione dei rischi di trasmissione di SARS-CoV-2 e delle sue varianti. “Mentre permangono i rischi, abbiamo visto che gli interventi e i vaccini non farmaceutici hanno permesso alle nostre vite di tornare alla normalità. Sebbene l’uso obbligatorio delle mascherine in tutte le situazioni non sia più raccomandato, è importante notare che, insieme al distanziamento fisico e a una buona igiene delle mani, è uno dei metodi migliori per ridurre la trasmissione”, ha spiegato.

Le nuove raccomandazioni sull’uso delle mascherine entreranno in vigore dal 16 maggio 2022. Tuttavia, le regole per le mascherine in particolare continueranno a variare in base alla compagnia aerea oltre tale data. Ad esempio, i voli da o verso una destinazione in cui è ancora richiesto l’uso delle mascherine sui trasporti pubblici dovrebbero continuare a incoraggiare l’uso delle mascherine, secondo le raccomandazioni. I passeggeri vulnerabili dovrebbero continuare a indossarlo indipendentemente dalle regole, idealmente un tipo FFP2/N95/KN95 che offre un livello di protezione superiore rispetto a una maschera chirurgica standard.

Esortano inoltre i passeggeri a osservare le misure di distanziamento all’interno, anche in aeroporto, ove possibile. Ma gli operatori aeroportuali dovrebbero adottare un approccio pragmatico al riguardo: ad esempio, dovrebbero evitare di imporre requisiti di distanziamento se è altamente probabile che portino a un collo di bottiglia in altre parti del viaggio dei passeggeri, soprattutto se non sono applicati a livello nazionale o regionale in altri paesi .