Confezionavano caramelle con la cannabis in una casa a Tenerife . La polizia nazionale ha arrestato due cittadini britannici che gestivano un locale nella città di Adeje dove, con il pretesto di un cannabis club, vendevano fraudolentemente prodotti stupefacenti che fabbricavano in una casa nella zona di Los Cristianos.

Nella sua opera di sorveglianza e controllo dei reati contro la salute pubblica e l’uso di droghe, la Polizia Nazionale era a conoscenza del fatto che un cannabis club situato ad Adeje trafficava illegalmente sostanze stupefacenti. Svolgendo attività investigative, i militi sono riusciti a risalire all’indirizzo dove i due arrestati imbottivano le caramelle di droga, una casa a Los Cristianos. Pertanto, è stato chiesto un mandato di perquisizione all’autorità giudiziaria competente, che ha rilasciato l’autorizzazione.

Successivamente, nei locali e nell’abitazione è stato installato un doppio dispositivo, che ha portato all’arresto di due cittadini britannici di 24 anni e residenti della stessa urbanizzazione, senza precedenti penali,  Durante la ricerca i militari vi hanno che una piantagione di circa 85 piante di marijuana già in buono stato di crescita, 4.500 grammi di hashish, 5.400 grammi di marijuana già preparati per la vendita e la distribuzione, nonché materiale per la fabbricazione e la preparazione di altri prodotti, come oli e resine e persino gelatine impregnate di THC, il principio attivo della cannabis. Allo stesso modo sono stati sequestrati una moto di 125 cc e un’auto, oltre a 31.000 euro in contanti ,  beni sicuramente provenienti dai proventi ricavati dall’attività criminosa

L’operazione è stata condotta da funzionari della Brigata della Polizia Giudiziaria Locale del Sud di Tenerife, di Adeje, con la partecipazione della Brigata Locale per la Sicurezza dei Cittadini nei dispositivi di ingresso e registrazione. I detenuti sono stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria competente.