Questo giovedì è apparso turbolento nei lavori di Cuna del Alma a Puertito de Adeje . 20 persone Si sono incatenate 20 persone riuscendo così a paralizzare la costruzione di questo macroprogetto turistico che è diventato il cardine della battaglia tra le diverse parti per la protezione della natura a Tenerife .

Si è potuto apprendere che quest’ultimo intervento dei gruppi di protesta viene giustificato dalla consapevolezza che a Cuna del Alma si stanno commettendo crimini contro l’ambiente naturale  e contro il Patrimonio Storico . Anche così, insistono gli attivisti, avendo le prove di tutte queste irregolarità, i lavori non si sono fermati, quindi per evitare che la distruzione del luogo possa avere seguito, hanno paralizzato i lavori con questa protesta pacifica.

Inoltre, uno dei giovani ha condiviso un messaggio per denunciare un  incidente di aggressione da parte di uno dei lavoratori a diverse persone che stavano osservando e filmando il lavoro, episodio avvenuto in questa settimana.

“Non siamo contrari al tuo lavoro. Siamo contro un mercato che ci obbliga a vendere la nostra terra. Sono le ultime coste vergini del comune di Adeje . Qui ci sono specie endemiche protette che l’azienda, pur sapendo sta distruggendo, per questo compromettendoti e schierandoti contro di noi. Non siamo contro di te . Siamo contrari ai macro-progetti che distruggono le isole”, questo il messaggio lanciato ad alcuni lavoratori.