Un agente fuori servizio della Guardia Civile salva la vita a un minore che stava camminando sull’autostrada TF-5. L’evento è avvenuto mercoledì 30 marzo, mentre l’agente della Guardia Civil, si stava recando al lavoro a un certo punto realizza che i veicoli davanti a lui  compiono manovre improvvise scartando verso la corsia di sinistra, palesandogli così la presenza sulla carreggiata di un minore, scalzo, in pigiama e disorientato , che camminava sul lato destro della carreggiata.

L’agente ha fermato la sua auto e ha cercato di parlare con il ragazzo, che ha ignorato le sue istruzioni , così ha continuato fino a quando non ha guadagnato la sua fiducia, al fine di trattenere il minore e impedirgli di continuare il suo cammino, mettendo a serio rischio la sua vita. tenendo conto che gli eventi avvenivano all’alba, e quindi con una visibilità scarsa.

Il funzionario ha informato la Centrale Operativa della Guardia Civile dell’accaduto, venendo in quel momento a conoscenza che i genitori del minore avevano denunciato la sua scomparsa e lo stavano cercando , sia loro che agenti della Polizia Nazionale, che sono stati incaricati di istruire il procedimento .

I genitori del minore avevano denunciato la scomparsa, dopo essersi accorti durante la notte che il ragazzo era scomparso dall’abitazione, dando l’allarme, allertando le forze dell’ordine che insieme ai parenti si sono subito messe alla sua ricerca.