Fate molta attenzione allo stato di conservazione della targa della vostra auto. Essa infatti è il principale elemento identificativo della vostra automobile e per questo va sempre mantenuta in buono stato. La  DGT (Direzione Generale della Viabilità), quotidianamente fa menzione di questo importante particolare sui propri social network, perche’ non si finisca per incorrere in penalizzazioni che possano derivare dalla scarsa leggibilità e visibilità della targa.

Non ci si deve infatti preoccupare soltanto dell’aspetto del nostro veicolo, ma bisogna dare anche la giusta rilevanza  all’immatricolazione. L’invecchiamento dell’auto, le idropulitrici o i piccoli colpi possono provocare il deterioramento della targa e di conseguenza riservare multe salate all’autista.

Secondo un tweet pubblicato sul sito ufficiale della DGT, le targhe dei veicoli “devono essere perfettamente leggibili e non danneggiate. La violazione di questa regola è penalizzata ”, da  6000 euro e perdita di sei punti .

Questo giugno sono cambiate le normative delle revisioni e delle ispezioni imposte all’ITV, e non soltanto le regole sul traffico.

Le principali sanzioni per violazione delle regole sono: guida senza registrazione, mancanza di leggibilità e manipolazione. Un piccolo errore che può passare inosservato agli automobilisti ma non agli agenti.