Nel mese di febbraio le isole sono state la principale meta di vacanza in appartamenti turistici, registrando 1,8 milioni di pernottamenti (+685,2% rispetto allo stesso mese del 2021) e un tasso di occupazione del 73,6%.

Questo si evince dai dati provvisori pubblicati giovedì dall’Istituto Nazionale di Statistica (INE), per zone turistiche. Tenerife risulta essere la destinazione preferita , con 618.139 pernottamenti e un’occupazione del 78,3% degli appartamenti offerti.

Allo stesso modo, le località turistiche con il maggior numero di pernottamenti a febbraio sono state San Bartolomé de Tirajana (Gran Canaria), Arona (Tenerife) e Tías (Lanzarote).

La permanenza media in strutture non alberghiere a febbraio si è attestata a 4,7 pernottamenti per viaggiatore.

in questi due primi mesi dell’anno i pernottamenti nelle strutture ricettive non alberghiere sono triplicati rispetto allo stesso periodo del 2021, registrando una crescita del 266,2%.

Aumento del 391% degli appartamenti turistici

I pernottamenti negli appartamenti turistici sono aumentati del 391,1% a febbraio. Quelle dei residenti sono aumentate del 122,7% e quelle dei non residenti del 724,7%. La permanenza media è stata ridotta del 16,2% rispetto a febbraio 2021, attestandosi a 5,5 pernottamenti per viaggiatore.

Inoltre, l’indice dei prezzi degli appartamenti turistici (IPAP) è aumentato del 16,4% a febbraio rispetto allo stesso mese del 2021.

Durante il mese di febbraio è stato occupato il 31,2% dei posti letto offerti dagli appartamenti turistici, il 245,5% in più rispetto allo stesso mese del 2021. Il tasso di occupazione nel fine settimana per posti letto si è attestato al 35,8%, con un incremento del 259,1%.

I pernottamenti di non residenti in appartamenti turistici rappresentano il 74,9% del totale. Il Regno Unito è stato il principale mercato di emissione, con 718.844 pernottamenti. Il mercato di riferimento successivo è stato la Germania, con 345.013 pernottamenti.

Le Canarie sono state la destinazione preferita degli appartamenti, con oltre 1,8 milioni di pernottamenti e un aumento del 685,2% rispetto a febbraio 2021. Questa comunità autonoma ha anche raggiunto la più alta occupazione, con il 73,6% degli appartamenti offerti.

pernottamenti nei campeggi hanno invece registrato a febbraio un incremento del 163,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Quelli dei residenti sono aumentati del 157,3% e quelli dei non residenti del 166,7%.L’indice dei prezzi dei campeggi (IPAC) è aumentato del 3,6% a febbraio rispetto allo stesso mese del 2021.

Nel mese di febbraio è stato occupato il 45% delle piazzole offerte , il 40,8% in più rispetto allo stesso mese del 2021. Il tasso di occupazione delle piazzole nei fine settimana ha raggiunto il 47,2%, con un aumento annuo del 44,1%.

Il 71,1% dei pernottamenti nei campeggi è stato effettuato da viaggiatori non residenti. La Germania è stato il principale mercato di provenienza, con il 34,6% dei pernottamenti di non residenti, il 225,5% in più rispetto a febbraio 2021.