Momenti di panico e terrore su un volo partito da Tenerife diretto a Belfast per i suoi passeggeri che hanno vissuto un’emergenza medica a carico di un uomo e per un’altra persona che ha avuto un comportamento che ha fatto  scalpore sull’aereo.

Durante le prime ore di sabato scorso, un aereo della compagnia Jet2 che ha coperto la rotta Tenerife Sur-Belfast si e’ trovato obbligato deviare  la rotta verso l’aeroporto di Shannon, in Irlanda, a causa dell’indisposizione medica di una delle persone che stavano salendo a bordo.

I problemi di salute di quella persona non avevano provocato altro che una piccola tappa del volo che partiva da Tenerife, in cui l’uomo poi sarebbe stato evacuato in ospedale per proseguire verso l’Irlanda del Nord. Qualche istante prima dell’atterraggio pero’, un altro passeggero ha cominciato a investire l’equipaggio con isulti e grida, minacciando anche i presenti. “Tutto andava secondo i piani in questo tipo di situazione quando c’è un passeggero malato, ma, al momento dell’atterraggio un altro ha iniziato a dare problemi”, ha ammesso la compagnia stessa.

Avendo l’equipaggio superato il numero di ore previsto, è stato impossibile proseguire nel viaggio. Il ritardo principale, inoltre, e’ stato causato dal passeggero problematico, che ha fatto arrabbiare ancora di più il resto del passeggeri: “La nostra compagnia non opera dall’aeroporto di Shannon, ma lavoriamo instancabilmente per cercare di organizzare l’alloggio e il trasporto via terra per i clienti colpiti”

Henry McAleese, 52 anni, ha descritto cosa è successo  “Il volo che partiva da Tenerife era diretto a Belfast. Siamo partiti di notte, arrivando alle 00:00 a Shannon per un’emergenza medica. L’equipaggio ha anche dovuto fare i conti con un passeggero spiacevole, che è stato successivamente rimosso dall’aereo, ma l’equipaggio ha esaurito le ore di volo”.

In questa situazione, come ha riferito Ellie Sophia Weir, famiglie con bambini o persone con disabilità stavano tornando a casa, il che ha peggiorato ulteriormente la situazione sul volo in partenza da Tenerife: “Siamo stati quasi tre ore in aereo,  poi ci sono stati consegnati i bagagli e abbiamo superato due controlli di sicurezza, dopo di che ci e’ stato comunicato che saremmo rimasti lì. Mia figlia è autistica, quindi è stato un incubo. Non ho mai provato niente di simile prima in vita mia”